Trabucchi Gargano

Trabucco garganico - Tecniche di costruzione

Il Ponte

Di forma rettangolare, il ponte di un Trabucco serve come spazio di manovra durante la pesca, come area di allestimento e preparazione delle reti prima della calata e come luogo di "riflessione e discussione" (magari accompagnate da un buon vino contadino) nell'attesa delle "virate" delle reti.

Ha una superficie ben precisa (7 metri di larghezza X 7,50 di lunghezza) e il lato più lungo è sempre parallelo alla linea della porzione di costa che ospita il Trabucco.

A sorreggerlo ci sono dai 16 ai 25 pali, rigorosamente di Pino d'Aleppo e rigorosamente tagliati e poi scortecciati nei mesi di mancanza di luna (Agosto e Gennaio) perchè non marciscano per la percentuale eccessiva di acqua che contengono durante la luna piena.

Associazione Trabucchi


I "sepponde" (i suddetti pali in dialetto viestano) vengono inseriti in profondi buchi nella roccia e magistralmente fissati, perchè siano perfettamente perpendicolari, con appositi "cugni".

Il ponte ospita gli argani (i ciucce) che manovrano le reti e il casotto per contenere queste ultime, gli attrezzi e, spesso e volentieri, "u vracir" nel quale arrostire parte del pesce appena pescato nell'attesa della prossima virata.



I "Ciuccie"

Ogni Trabucco dispone di due argani chiamati, in dialetto, "Ciucce".

Sono affiancati l'uno all'altro e posizionati, accendendo ad un trabucco, entro la prima metà dell'area del ponte, sulla parte di questo a perpendicolo con le rocce sottostanti.

Se è vero che sono probabilmente, nell'architettura di un trabucco, fra gli elementi meno appariscenti, è anche vero che, al contempo, sono assolutamente cruciali per il funzionamento e lo scopo stesso della "macchina" Trabucco.

Associazione Trabucchi


E' riservato ai ciucce, infatti, il durissimo compito di sollevare le grandi reti attraverso le antenne (e la rete "a sacco" di un Trabucco può misurare fino ai 600 metri quadri e arrivare a pesare diverse tonnellate). I tronchi dei ciucce devono essere quindi molto robusti e ricavati da tronchi d'albero di buon diametro.

Durante la costruzione di un trabucco, i tronchi dei ciucce vengono lavorati a terra e, solo quando terminati, vengono issati sul ponte. Per farlo, quando non c'è "Girolm" (mitologico settantenne costruttore di trabucchi) che solitamente li trasporta da solo, ci vogliono dalle quattro alle cinque persone.

Una volta issati sul ponte i tronchi vengono fissati in piedi e in maniera che possano girare agevolmente, vengono forniti di 2 o 4 braccia (a seconda della "scuola di pensiero" del trabuccolante che costruisce il trabucco) e vengono preparati perche vi si ancorino le cime che finiranno con gli angoli della rete.



Gli Alberi

Ogni Trabucco tradizionale garganico dispone di due grandi alberi sui quali grava il carico di sostenere il delicato equilibrio delle antenne e il poderoso peso delle grandi reti.

Per poter svolgere al meglio la loro mansione devono essere di legno pitch-pine o castagno e alti da un minimo di 15 ad un massimo di 18 metri. Perchè abbiano una resistenza perfetta, si tenta sempre di preferire un unico grosso tronco per albero ma, qualora non disponibile della lunghezza adatta, si usa aggiungere un'appendice, della stessa qualità di legno, saldamente legata al tronco maestro.

Associazione Trabucchi


Al pari dei "sepponde" (i pali che sostengono la struttura centrale del trabucco), anche gli alberi vengono inseriti in buchi profondi nella roccia. Per issarli, ai lati del ponte e tramite un sistema di carrucole e corde, si utilizza la forza lavoro dei "ciucce" precedentemente montati sul trabucco.

La "messa a piombo" degli alberi è uno dei momenti cruciali nella costruzione di un trabucco e ad occuparsene sono solitamente i mastri trabuccolanti più esperti e (visto che spesso si tratta di arrampicarsi materialmente lungo l'altezza dell'albero) più coraggiosi. Perchè è dalla perfetta verticalità degli alberi che dipende l'intero funzionamento del complesso meccanismo di pesca.

Associazione Trabucchi


Agli alberi, come già accennato, vengono fissate le antenne (più o meno alla stessa altezza del ponte). Alla loro parte sporgente sul mare, in punta a 2/3 e a 1/3 della loro lunghezza, vengono fissati i cavi di ferro che, attraverso appositi passanti sull'apice dell'albero, terminano e vengono ancorati a terra.

Anche in questo caso e per ovvie ragioni (vedi foto), ad occuparsi di far passare i cavi dai passanti posizionati in cima a ogni albero, sono i trabuccolanti più temerari.



Attenzione: Stiamo lavorando per completare questa pagina. Vi ringraziamo per la pazienza.

Tramite iscrizione alla nostra Newsletter (vedi modulo di contatto in fondo alla pagina) sarete avvisati non appena i prossimi contenuti saranno pronti.


Contattaci per qualsiasi richiesta informazioni!

Vuoi iscriverti alla nostra Newsletter?

Solo iscrivendoti alla nostra Newsletter sarai immediatamente informato su tutte le iniziative, gli eventi, le dimostrazioni di pesca e le attività che organizzeremo sui Trabucchi storici del Gargano.